In questo blog troverete le mie personali esperienze con il mondo della birra, della panificazione, della pasticceria e del formaggio... e molto altro!


mercoledì 26 settembre 2012

Witbier e chinotto




Rieccomi dopo qualche mese estivo di stop a parlarvi delle mie produzioni.

Questa nuova stagione brassicola inizia con una delle mie ricette migliori e più apprezzate: una birra "bianca" stile witbier. Per questa tipologia di norma utilizzo diverse spezie: coriandolo, buccia d'arancia amara e buccia d'arancia dolce. Questa volta ho deciso di sostituire le scorze amare con quelle di chinotto.
Questo agrume matura e viene raccolto proprio in questo periodo: a Savona è diventato "Presidio Slow Food" ed è proprio da lì che provengono i miei.
Il frutto è molto amaro e difficilmente viene consumato tal quale. E' quindi un ideale sostituto della buccia d'arancia amara. Oltre a questa componente, rilascia il tipico pizzicore dell'omonima bevanda ed è quella sensazione che vorrei ottenere nella birra finita.



RICETTA:

I malti base sono: fiocchi di frumento e malto d'orzo.

Il lievito è il fedele Belgian Wit della Wyeast.

La cotta è stata eseguita con un protein rest di 10 minuti a 50°C e uno step di saccarificazione a 65°C per 60 minuti.

I luppoli utilizzati sono gli immancabili Saaz (10 minuti) e Styrian Golding (60 minuti), utilizzati a basse dosi come recita il BJCP.

Le spezie sono state introdotte gli ultimi 10 minuti di bollitura.


La fermentazione è condotta a 20°C per 1 settimana con un travaso nel mezzo.


(coriandolo macinato)

1 commento:

  1. devo dire ke questa ti è venuta buonissima! complimenti! =D

    RispondiElimina